Mi sono registrato al portale studenti.adisupuglia.it: significa che ho già presentato domanda di borsa di studio?

No.
La registrazione serve per l’accreditamento sul portale. Per presentare domanda di borsa di studio devi accedere con le tue credenziali e selezionare l’apposita funzione.

Che differenza c'è tra il portale studenti di A.Di.S.U. Puglia e quello del mio Ateneo?

Si tratta di portali appartenenti ad enti diversi che perseguono finalità differenti ma complementari per il Diritto allo Studio.

Tramite il portale A.Di.S.U. è possibile gestire tutte le pratiche correlate alla borsa di studio e ai servizi erogati dall’Agenzia.

La registrazione sul portale A.Di.S.U. non comporta l’iscrizione al portale del tuo Ateneo e viceversa.

 

Che cosa sono il Diritto allo Studio Universitario e la Borsa di Studio?

L’art. 3 della Costituzione sancisce la pari dignità sociale e l’uguaglianza formale e sostanziale dei cittadini di fronte alla legge, senza distinzione alcuna, attribuendo alla Repubblica il compito di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che possano limitare la libertà e l’uguaglianza o impedire il pieno sviluppo dell’individuo.
Tali principi trovano applicazione nel settore dell’istruzione con l’art. 34, che stabilisce che ” capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso.”

La borsa di studio è quindi uno strumento funzionale a rimuovere gli ostacoli di ordine economico, che si frappongono fra lo studente capace e meritevole e il conseguimento del titolo di studio. Nel suo complesso, la borsa si compone di un aiuto in denaro e di servizi di ristorazione e abitativi.
Si prevede una differenziazione della tipologia e dell’entità dei benefici erogati, a seconda delle condizioni di reddito e della distanza della propria residenza rispetto alla sede del corso di studi.

Quali sono i servizi e i benefici messi a concorso da A.Di.S.U. Puglia?

Come precisato nel bando benefici e servizi, A.Di.S.U. Puglia mette a concorso:
– le borse di studio e i servizi di ristorazione alloggio;
– il contributo per la mobilità internazionale.

Quali requisiti devo avere per accedere ai servizi e ai benefici offerti da A.Di.S.U. Puglia?

 

Per i requisiti di reddito, si fa riferimento ai valori indicati nell’attestazione I.S.E.E. per il diritto allo studio universitario ed in particolare ai parametri I.S.E.E. ed I.S.P.E. che devono essere inferiori alle soglie indicate dal bando di concorso.

Per i requisiti di merito, si fa riferimento all’anno di iscrizione ai crediti formativi conseguiti nell’ambito del proprio piano di studi, con alcune eccezioni nei casi di immatricolazione a seguito di rinuncia, di trasferimento o passaggio di corso, di convalide di corsi singoli, per le quali è necessario consultare il bando di concorso.

Gli studenti iscritti al primo anno di un corso di laurea triennale, magistrale o magistrale a ciclo unico, concorrono per reddito, ma per ottenere i benefici collegati al Bando di concorso (Borsa di studio e Servizi) devono conseguire 20 CFU (Crediti Formativi) devono conseguire 20 CFU entro i termini stabiliti dal bando di concorso.

Gli studenti iscritti ad anni successivi devono aver raggiunto (o superato) il numero di CFU richiesti per l’anno di iscrizione entro il termine stabilito dal Bando nell’articolo dedicato ai ‘Requisiti di merito’.

Quando e come posso presentare domanda di borsa di studio?

La domanda di partecipazione al bando di concorso per l’assegnazione della borsa di studio deve essere obbligatoriamente presentata tramite il portale studenti.adisupuglia.it entro i termini fissati dal bando di concorso.

Gli Studenti iscritti ad anni successivi al primo, possono presentare domanda dal 01/07/2020 alle ore 12.00 del 12/08/2020.

Gli studenti iscritti al primo anno (triennale, magistrale, magistrale a ciclo unico), possono presentare domanda dal 22/07/2020 alle ore 12.00 del 04/09/2020.

Gli studenti iscritti ai corsi di Dottorato di ricerca e alle Scuole di Specializzazione, possono presentare domanda dal 01/10/2020 alle ore 12.00 del 13/11/2020.

 

Posso presentare domanda di borsa di studio in cartaceo?

No, la domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica tramite il portale studenti dell’Agenzia https://w3.adisupuglia.it/portale-studenti/

Intendo iscrivermi ad un corso di studi che ha sede in una località diversa rispetto alla sede dell'Università, cosa devo indicare nella domanda di borsa di studio?

La domanda va presentata tenendo conto della sede dell’Università e non di quella del corso di laurea.
Ad esempio, lo studente iscritto a corsi di studio delle professioni sanitarie con sede a Lecce, presenterà domanda presso la sede di Bari, in quanto i corsi dipendono dall’Università di Bari.

Se sono stato beneficiario di borsa di studio l'anno precedente, devo presentare nuovamente domanda di borsa di studio per l'anno corrente?

Sì: la domanda di borsa di studio deve essere presentata per ogni anno accademico in cui si voglia accedere ai beni e servizi erogati da A.Di.S.U. Puglia.

 

Non sono ancora immatricolato, ma ho intenzione di farlo entro le scadenze previste dal mio Ateneo: posso presentare domanda di borsa di studio?

Sì, a patto di immatricolarti entro i termini stabiliti dal tuo Ateneo o dalla tua Istituzione.

Ho già conseguito una laurea triennale ed intendo iscrivermi ad un corso di studi per conseguire una seconda laurea triennale: posso presentare domanda di borsa di studio?

No, non è possibile.

La borsa di studio non può essere concessa a chi, in possesso di un titolo universitario avente valore legale, si iscriva ad un nuovo corso di studi per conseguire un ulteriore titolo dello stesso livello.

Ho già conseguito una laurea magistrale ed intendo iscrivermi ad un corso di studi per conseguire una seconda laurea magistrale: posso presentare domanda di borsa di studio?

No, non è possibile.

La borsa di studio non può essere concessa a chi, in possesso di un titolo universitario avente valore legale, si iscriva ad un nuovo corso di studi per conseguire un ulteriore titolo dello stesso livello.

Sono risultato vincitore di borsa di studio: quando e come avverrà l'erogazione della I rata e del saldo?

Studenti iscritti al I anno

Gli studenti del I anno che hanno maturato 20 CFU entro la data del 10 agosto, ricevono l’intero importo di borsa entro 90 giorni dal perfezionamento della domanda in seguito all’istruttoria.

Gli studenti del I anno che non hanno maturato 20 CFU alla data del 10 agosto, ma che raggiungono o superano tale soglia entro il 30 novembre, hanno diritto al 50% della borsa di studio e ricevono tale importo entro 90 giorni dal perfezionamento della domanda in seguito all’istruttoria.

La mancata presentazione dell’istanza di comunicazione dei 20 CFU entro i termini previsti dal bando, comporta la decadenza dal beneficio.

Studenti iscritti ad anni successivi al primo
Gli studenti iscritti ad anni successivi, ricevono l’importo di borsa di studio in due rate, la prima entro il 31 dicembre, la seconda entro il 30 giugno.

Studenti iscritti ai dottorati di ricerca o alle scuole di specializzazione
Gli studenti iscritti ai dottorati di ricerca o alle scuole di specializzazione ricevono l’intero importo entro il 30 giugno.

Sono risultato vincitore di borsa di studio: con che modalità riceverò l'importo in denaro spettante?

L’erogazione della borsa di studio avviene esclusivamente a mezzo bonifico. Lo studente è tenuto a comunicare le coordinate del proprio conto corrente in sede di presentazione della domanda o in tempi successivi tramite il portale studenti. Non sono ammesse altre forme di comunicazione delle suddette informazioni.
Non è consentito utilizzare il conto corrente dei propri genitori o di terzi: è indispensabile che il conto sia intestato allo studente.
Non è possibile indicare le coordinate di libretti postali.
È possibile ricorrere ad una carta prepagata alle seguenti condizioni:
– la carta deve essere intestata allo studente;
– la carta deve presentare un codice IBAN;
– la carte deve essere in corso di validità;
– la carta deve disporre di una capienza tale da poter ricevere l’importo in denaro della borsa di studio;
– la carta non deve avere limitazioni in merito all’entità dei bonifici in entrata.

A.Di.S.U. Puglia non può essere ritenuta responsabile di eventuali rifiuti causati da errori nell’indicazione del codice IBAN o da limitazioni o blocchi del conto corrente indicato dallo studente.

Come posso comunicare il mio IBAN?

L’IBAN viene richiesto in sede di presentazione di domanda di borsa di studio.
Qualora lo studente non sia ancora in possesso di un proprio conto corrente o intenda chiedere che gli accrediti vengano effettuati su altro conto, deve:

– accedere al portale studenti con le proprie credenziali;
– selezionare la voce “variazione dati”;
– selezionare il box “IBAN”;
– a modifica effettuata, salvare.

E’ possibile scaricare qui le istruzioni complete per il corretto inserimento.

Mi sto iscrivendo al primo anno fuori corso e ho fatto domanda di borsa di studio: qual è l'importo che mi spetta e come faccio a riceverlo in due rate?

Lo studente che si iscrive al I anno fuori corso, ha diritto a presentare domanda di borsa di studio per un ulteriore semestre.
Ciò significa che non concorre per un importo di borsa intera, ma solo per il 50% della stessa.

Per la determinazione dell’importo, è sufficiente dividere per due quello indicato in relazione alla propria condizione economica e al proprio status (“in sede”, “pendolare”, “fuori sede”), così come riportato in tabella nell’articolo del Bando dedicato alle ‘Borse di Studio’.
La quota in denaro sarà erogata in un’unica soluzione, entro il 30 giugno 2021, dopo la verifica dell’iscrizione all’a.a. 2020/2021. L’erogazione avverrà in due rate nel caso in cui lo studente presenti apposita istanza digitale, entro il 31 gennaio 2021, in cui comunica l’iscrizione all’a.a. 2020/2021e dichiara di non conseguire il titolo di laurea nella sessione straordinaria dell’a.a. 2019/2020: la prima rata entro il 28 febbraio 2021; la seconda rata entro il 30 giugno 2021.

 

Sono risultato vincitore di borsa di studio A.Di.S.U. e di altra borsa di studio: posso accettarle entrambe?

No.
La borsa di studio erogata da A.Di.S.U. è incompatibile con altre borse di studio.

Sono risultato vincitore di borsa di studio A.Di.S.U., ma intendo rinunciare agli studi: cosa comporta?

Lo studente vincitore di borsa di studio che effettua una rinuncia agli studi, è tenuto a restituire gli importi e i corrispettivi in denaro dei servizi fruiti.

Che cosa vuol dire studente "in sede", "pendolare" e "fuori sede"?

Si tratta di status attribuiti allo studente in relazione alla distanza tra la sua residenza anagrafica e la sede del corso frequentato.

Si considera “in sede” lo studente che risiede nello stesso comune o nelle aree limitrofe della sede del corso di studi frequentato.

Si considera “pendolare” lo studente che risiede in un comune diverso da quello della sede del corso di studi frequentato, la cui distanza dalle sede del corso di studi frequentato sia percorribile, tramite mezzi pubblici, in un tempo inferiore a 65 minuti.

Si considera “fuori sede” lo studente che risiede in un comune diverso da quello della sede del corso di studi frequentato, la cui distanza dalla sede del corso di studi frequentato sia percorribile, tramite mezzi pubblici, in un tempo superiore a 65 minuti e che prende alloggio, presso le strutture residenziali pubbliche o presso alloggi di privati, per almeno 10 mesi nell’anno accademico in cui presenta domanda.

Sono uno studente vincitore di posto alloggio, con disabilità superiore al 66% e ho bisogno di un accompagnatore, come posso fare?

Lo studente diversamente abile assegnatario di posto alloggio che necessita di un accompagnatore, ha la possibilità di richiedere una stanza doppia all’interno della residenza universitaria, da utilizzare con un accompagnatore.
Allo scopo, lo studente è tenuto a presentare apposita istanza presso la sede territoriale competente dell’A.Di.S.U. Puglia o tramite PEC all’indirizzo direzionegenerale@pec.adisupuglia.it.

Per maggiori informazioni, anche in merito alla documentazione da allegare e alle scadenze, si rinvia al bando di concorso.

Sono potenzialmente uno studente "fuori sede", quali documenti devo presentare per essere classificato come tale?

Lo studente vincitore di posto alloggio è considerato automaticamente “fuori sede”.
Gli studenti idonei non beneficiari di posto alloggio e gli studenti che scelgono di alloggiare presso privati, devono presentare, entro e non oltre la data prevista dal bando di concorso e tramite apposita istanza online sul portale https://w3.adisupuglia.it/portale-studenti/ copia di contratto registrato presso l’agenzia delle entrate.

Ho presentato domanda di borsa di studio con posto alloggio e sono risultato idoneo, tuttavia non potrà fruire del beneficio per carenza di posti nelle strutture dell'A.Di.S.U. Puglia: cosa succede?

In qualità idoneo non beneficiario di posto alloggio (per indisponibilità di posti letto), per mantenere lo status di “fuori sede”, lo studente è tenuto a presentare un contratto di locazione registrato presso l’Agenzia delle Entrate.
A fronte del mantenimento dello status di “fuori sede”, lo studente idoneo non beneficiario di posto alloggio riceve un contributo pari alla quota alloggio detratta dall’importo lordo della borsa di studio, meglio specificato nella colonna ‘Alloggio’ inserita in tabella nell’articolo del Bando denominato ‘Borse di studio’.

Quali sono le caratteristiche che il contratto di locazione deve presentare per garantire il riconoscimento dello status di "fuori sede"?

Ai fini del riconoscimento dello status di “fuori sede”, lo studente deve presentare un contratto di locazione a titolo oneroso per un immobile ubicato in prossimità della sede del corso frequentato, della durata di almeno 10 mensilità, debitamente registrato presso l’Agenzia delle Entrate.

Sono uno studente "fuori sede" vincitore di posto alloggio presso una residenza dell'A.Di.S.U. Puglia, ma intendo rinunciare perché ho trovato una sistemazione presso privati. Cosa succede?

Lo studente che rinuncia al posto alloggio perde lo status di “fuori sede” e non può acquisirlo nuovamente per il medesimo anno di corso.

 

Come posso comunicare i dati del mio contratto di affitto?

La comunicazione dei dati del contratto di affitto deve essere effettuata esclusivamente tramite apposita sezione del portale https://w3.adisupuglia.it/portale-studenti/.
E’ inoltre necessario procedere al caricamento di scansione del contratto registrato, tramite la sezione “”trasmissione documentazione”.

Gli studenti iscritti a corsi di laurea triennale, magistrale e magistrale a ciclo unico devono completare l’intera procedura entro il 20 novembre 2020.
Per gli studenti fuori sede iscritti alle Scuole di Specializzazione e ai corsi di Dottorato, il termine di presentazione dell’istanza e della documentazione allegata è fissato al 21 dicembre 2020.

 

In cosa consiste il contributo di mobilità internazionale?

Lo studente vincitore o idoneo alla borsa di studio che prende parte ad un programma di mobilità internazionale può richiedere un contributo da parte dell’A.Di.S.U. Puglia ad integrazione della borsa concessa dalla propria Università.

Il contributo è concesso per una sola volta per ciclo di studi alle seguenti condizioni:
– lo studente sia risultato vincitore o idoneo alla borsa di studio per l’anno accademico durante il quale partecipa al programma di mobilità internazionale;
– il programma comporti un riconoscimento di crediti formativi nell’ambito del piano di studi dello studente.

Il contributo erogabile da A.Di.S.U. Puglia non può superare il limite di € 130,00 per ogni mese di permanenza all’estero per un massimo di 10 mesi, fermo restando che il contributo complessivo mensile a valore su fondi MIUR, dell’Unione Europea, dell’Università e dell’A.Di.S.U. non può superare la soglia di € 750,00.
Agli studenti destinatari di contributo per la mobilità, è concesso altresì un rimborso per le spese di viaggio, sino ad un massimo di € 100,00 per i Paesi europei e sino ad un massimo di € 500,00 per i Paesi extra-europei.

A.Di.S.U. Puglia prevede inoltre un ulteriore contributo a titolo di rimborso delle spese di alloggio sostenute dallo studente per la permanenza all’estero. Il contributo  è pari ad un massimo di € 200,00 al mese e sarà erogato previa presentazione del contratto di locazione stipulato con le strutture residenziali o con privati per un periodo pari alla durata del soggiorno.

Tutte le rogazioni saranno effettuate in un’unica soluzione al termine del periodo di mobilità.

Per maggiori dettagli, si rimanda al bando di concorso.

Ho presentato domanda di borsa di studio presso una sede ADISU diversa da quella in cui mi sono iscritto/a: posso chiedere il trasferimento della domanda?

Si. Devi aprire un ticket presso la Sede ADISU dove hai fatto domanda e chiedere il trasferimento.

Se chiedi il trasferimento della domanda di borsa di studio dopo la pubblicazione della tua graduatoria definitiva ed entro il 31 dicembre 2019, sarai inserito in coda alla graduatoria.

Se l’Agenzia per il diritto allo studio ha sede fuori regione Puglia, è necessario fare richiesta di trasferimento della domanda di borsa di studio presso la sede dalla quale ti trasferisci.

E’ necessario, inoltre, che la sede ADISU fuori regione spedisca la domanda presso l’ADISU Puglia dove ha sede il tuo corso, indicando che hai presentato domanda entro i termini previsti dal loro Bando di concorso.

Sono uno studente che si iscriverà al I anno fuori corso della triennale e non sono certo di laurearmi entro la sessione straordinaria. Che tipo di domanda devo fare?

Devi inoltrare domanda come studente che intende iscriversi al I anno della laurea magistrale.

Se non riesci a conseguire la laurea triennale entro la sessione straordinaria, puoi chiedere, entro e non oltre il 30 aprile 2020, di essere trasferito/a dalla graduatoria degli iscritti al I anno della laurea magistrale, a quella degli studenti iscritti al primo anno fuori corso.

Dovrai inoltre allegare il MAV iscrizione nell’apposito box e una autocertificazione degli esami sostenuti entro la data del 10 agosto 2019 nel box completamento domande – documenti generici .

Il costo del pasto per celiaci è lo stesso di quello normale? sia che io risulti non idoneo, idoneo o borsista?

Si, il costo del pasto è lo stesso ed è individuato secondo le tariffe dell’art. 3 del “Regolamento servizio ristorazione”,

come di seguito riportato:

€ 2,00 per gli studenti «Fuori Sede», «Pendolari» e «In Sede» idonei non vincitori di borse di studio iscritti al primo anno;

€ 3,00 per gli altri studenti «Fuori Sede», «Pendolari» e «In Sede», iscritti al primo anno e ad anni successivi al primo all’Università, ma non oltre il 1° anno fuori corso e non idonei al concorso per Borse di Studio, in possesso dei requisiti economici previsti dallo stesso bando e dei crediti annuali riportati nella TABELLA «A» «Benefici Mensa»;

[…]

il costo intero del pasto convenzionato per:

   a) gli studenti iscritti all’Università, non in possesso dei requisiti economici previsti dal Bando “Benefici e Servizi”;  

[…]

Sono celiaco. C'è bisogno che io avvisi prima la mensa per preparare il pasto o posso fare la fila normalmente?

Occorre avvisare il responsabile della mensa all’arrivo in struttura, in modo tale che mentre si effettua la fila venga preparato il pasto.

Qual'è il menù disponibile per i celiaci?

Il menù, compatibilmente con i prodotti disponibili, sarà quello del giorno. Per la preparazione saranno utilizzate materie prime “gluten-free” con utensili e pentolame dedicato.