L’ISEE per il diritto allo studio universitario.

L’ISEE per il diritto allo studio universitario.

L’Adisu Puglia in collaborazione con l’Andisu (l’Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario), la Regione Puglia e l’Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bari organizza un convegno sulle tematiche dell’applicazione dell’Isee per il diritto allo studio universitario.

L’evento avrà luogo a Bari questo mese di Maggio i giorni 15 (intera giornata) e 16 (solo mattina) presso il Collegio universitario “A. Fraccacreta” – Largo Fraccacreta.

Dopo i saluti istituzionali e l’intervento delle rappresentanze studentesche, svolgeranno le relazioni tecniche sull’argomento la Direttrice regionale Inps per la Puglia Maria Sciarrino, il Segretario Nazionale Sindacato CISAL – Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori Francesco Cavallaro, Federica Laudisa per l’Osservatorio regionale per l’Università e per il Diritto allo studio universitario del Piemonte e Andrea Francalanci Dirigente Azienda USL Toscana Centro.

I lavori continueranno nel pomeriggio con il Responsabile Team Ammortizzatori sociali Inps Sergio Azzollini, con Giuseppe De Biase dell’Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bari e Stefano Chierchia e Felice Ferrara dell’Ufficio di coordinamento Consulta Nazionale dei Caf, i Centri di assistenza fiscale.

Com’è noto, in questo periodo il rilascio dell’attestazione Isee è un argomento di pressante attualità sia in considerazione della platea direttamente coinvolta, gli studenti e le loro famiglie, sia per il ruolo essenziale che le Istituzioni, le Università, i Centri di assistenza fiscale e gli Ordini professionali svolgono nell’iter di informazione e realizzazione del documento.

Si ricorda che l’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) è lo strumento di valutazione della situazione economica di coloro che richiedono prestazioni sociali agevolate tra cui quelle erogate dall’Adisu Puglia, borse di studio, alloggi nei collegi e servizio ristorazione in uno con l’esonero dal pagamento delle tasse universitarie.